045 8840600 info@tecnotubo.it

Il Tubo in Cartone

L’utilizzo del tubo in cartone prodotto in parallelo con l’automazione delle tecniche di produzione e gli incrementi di prestazione dei macchinari di avvolgimento della carta, delle fibre chimiche, dei filati e dei tessuti.

In origine il tubo di cartone era inserito sulla barra di avvolgimento finale oppure tra i di pospositivi di serraggio del mandrino per consentire l’avvolgi­mento, la rimozione, il riavvolgimento e lo svolgimento della bobina. L’aumento della velocità degli apparati produttivi ha comportato la trasformazione del tubo da materiale ausiliario a tecnologia di supporto alla produzione.

La maggior parte dei tubi prodotti viene fornita ai seguenti mercati: Carta (anime per cartiere) Plastica (anime per pellicole) Tessile (bobine per filati) Edilizia (tubi per colate) Le pagine che seguono descrivono nel dettaglio ciascuno di questi utilizzi. Il tubo in cartone assume differenti denominazioni a seconda delle funzioni e del settore di utilizzo, ma più comunemente è chiamato “tubo” oppure “anima”.

I materiali alternativi e concorrenziali al cilindro in cartone sono l’acciaio l’alluminio oppure la plastica o la vetroresina, che svolgono gli stessi compiti del tubo in cartone e sono percepiti come “prodotti” dalla maggior parte delle industrie.

Il presente trattato ha lo scopo di delineare il ruolo del tubo in cartone nell’ambito dei vari processi di produzione e l’importanza delle tolleranze critiche per questo prodotto che non può essere considerato unicamente un imballaggio.

Tradizionalmente oltre 1’80% dei tubi in cartone, utilizzati in Europa, ha utilizzi e destinazioni diverse da quelli dell’imballaggio. Nel Mercato Comune vengono prodotte circa 950.000 tonnellate di tubi in cartone all’anno ed il cartone utilizzato nei tubi ha origine per il 100% da fibre riciclate. il contenuto finale del tubo in termini di fibre riciclate è quindi pari al 90-95%, mentre il restante 5-10% è costituito da collanti, resine riciclabili o carte spe­ciali.

Secondo alcune stime, nei vari stati dell’Unione Europea oltre il 70% dei tubi in cartone viene recuperato e riciclato. E’ certamente una situazione di avanguardia e, in seguito ai più restrittivi controlli sulle discariche, questo dato è destinato ad incrementarsi.

100% da fibre riciclate. il contenuto finale del tubo in termini di fibre riciclate è quindi pari al 90-95%, mentre il restante 5-10% è costituito da collanti, resine riciclabili o carte spe­ciali. Secondo alcune stime, nei vari stati dell’Unione Europea oltre il 70% dei tubi in cartone viene recuperato e riciclato. E’ certamente una situazione di avanguardia e, in seguito ai più restrittivi controlli sulle discariche, questo dato è destinato ad incrementarsi.

Sommario

Il tubo in cartone può quindi essere chiaramente considerato come prodotto ecologico e le aziende che lo producono sono da sempre impeg­nate nella diffusione dell’uso di materiale riciclato e nel programmi di recupero dei prodotti usati. Lo sviluppo di questo prodotto ecologico è stato conseguito attraverso lunghi anni di ricerche sui processi e sui materiali ed un considerevole impegno in campo ambientale.

L’industria europea produttrice di tubi in cartone si è sempre comportata in modo responsabile dal punto di vista ecologico ed è orgogliosa dei risultati conseguiti e che altri settori dovranno ora perseguire.

PRODUZIONE ANELLI, MANICOTTI E TUBI IN CARTONE PER NASTRI ADESIVI

TUBI IN CARTONE PER L’INDUSTRIA TESSILE

TUBI IN CARTONE PER IMBALLAGGI INDUSTRIALI

TUBI IN CARTONE PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI VARIE